Passa ai contenuti principali

Android Studio - Impostare versione minima SDK

La proprietà minSdkVersion rappresenta un valore intero che indica il livello minimo di API necessario per utilizzare l'applicazione.
Il sistema Android vieterà agli utenti di installare l'applicazione se sul loro dispositivo risulterà installata una versione il cui livello di API sia inferiore a minSdkVersion.

La proprietà targetSdkVersion rappresenta un valore intero che indica il livello di API ideale per il quale l'applicazione è stata sviluppata.
In pratica significa che l'applicazione è stata specificatamente progettata e testata per la versione targetSdkVersion, ma può funzionare anche sulle versioni precedenti (maggiori o uguali a minSdkVersion ovviamente).

Quando iniziamo un nuovo progetto, dopo aver selezionato il tipo di progetto, Android Studio ci chiederà oltre al nome che vogliamo dare alla nostra app, su quale versione minima di Android vogliamo che l'app possa essere installata.


Questi valori, minSdkVersion e targetSdkVersion possono essere modificati anche in fase di sviluppo dell'app in questo modo:
  1. Aprire Gradle Scripts
  1. Aprire il file build.gradle (Module:app)
Si aprirà una finestra che contiene del codice come mostrato nell'immagine qui sotto
In questo caso alla riga 11 c'è minSdkVersion quindi modificare il valore in base alla versione minima di Android su cui può essere installata l'applicazione.
Cliccare poi su Sync Now in alto a destra per sincronizzare il progetto
In questo modo l'applicazione potrà essere installata a partire dalla versione di Android indicata.

Elenco delle versioni di Android con associato il numero SDK (in ordine dal più recente)
SDK  Versione Android  Nome Versione Android  Data di uscita  
30Android 11Android 1108/09/2020
29Android 10Android 1003/09/2019
28Android 9.0Android Pie06/08/2018
27Android 8.1Android Oreo05/12/2017
26Android 8.0Android Oreo21/08/2017
25Android 7.1Android Nougat04/10/2016
24Android 7.0Android Nougat22/08/2016
23Android 6Android Marshmallow05/10/2015
22Android 5.1Android Lollipop09/03/2015
21Android 5.0Android Lollipop12/11/2014
20Android 4.4WAndroid KitKat (solo dispositivi Wearable)  25/06/2014
19Android 4.4Android KitKat31/10/2013
18Android 4.3Android Jelly Bean24/07/2013
17Android 4.2Android Jelly Bean13/11/2012
16Android 4.1Android Jelly Bean09/07/2012
15Android 4.0.3Android Ice Cream Sandwich16/12/2011
14Android 4.0Android Ice Cream Sandwich18/10/2011
13Android 3.2Android Honeycomb15/07/2011
12Android 3.1Android Honeycomb10/05/2011
11Android 3.0Android Honeycomb (solo Tablet)22/02/2011
10Android 2.3.3Android Gingerbread09/02/2011
9Android 2.3Android Gingerbread06/12/2010
8Android 2.2Android Froyo20/05/2010
7Android 2.1Android Eclair12/01/2010
6Android 2.0.1Android Eclair03/12/2009
5Android 2.0Android Eclair26/10/2009
4Android 1.6Android Donut15/09/2009
3Android 1.5Android Cupcake27/04/2009
2Android 1.1Android Petit Four09/02/2009
1Android 1.0Android23/09/2008

Per maggiori informazioni leggere questi articoli:
SDK Platform release notes
Specify API level requirements

Commenti

Post popolari in questo blog

Arduino - Lampeggio Led (delay vs. millis)

Cosa sono delay() e millis()? Delay() è una funzione che mette in pausa il programma per un determinato tempo espresso in millisecondi, così facendo viene interrotta l'esecuzione del programma e se abbiamo un dispositivo in ingresso che durante il tempo di pausa cambia di stato il programma non se ne accorge fino a quando non ricomincia l'esecuzione dall'inizio. La struttura di delay è: delay(1000);   da inserire nel punto dello sketch in qui si vuole interrompere il programma in questo modo il programma viene messo in pausa per 1000 millisecondi = 1 secondo. Per saperne di più Millis() è una funzione che permette di sapere da quanto tempo è in funzione il microprocessore di Arduino UNO. In questo modo il programma non andrà mai in pausa ed è sempre in esecuzione, perché millis memorizza il tempo trascorso dall'avvio e poi per eseguire una determinata funzione si fa un controllo del tempo iniziale e il tempo trascorso. Per saperne di più Vediamo un esempi

Arduino - Utilizzo potenziometro e display LCD

Leggere il valore di un poteziometro (parte 1) Il potenziometro è un componente molto utilizzato in elettronica in quanto il suo uso permette di regolare una tensione variabile (in questo caso 0 - 5 Volt) in ingresso al microcontrollore. Il potenziometro va collegato secondo lo schema qui sotto al pin analogico A0 di Arduino.

Arduino - Lettura tensione potenziometro e display LCD

Leggere il valore di un poteziometro (parte 2) Oggi vedremo come leggere il valore in tensione di un potenziometro collegato al pin Analogico A0 di Arduino.