Passa ai contenuti principali

Elettronica - Stabilizzatori di tensione

Molti circuiti elettronici hanno bisogno di una tensione di alimentazione continua che si mantenga all'interno di un margine molto ristretto.
Una fonte di alimentazione semplice, pur risultando utilissima, presenta alcune limitazioni che non rendono possibile impiegarla per determinate applicazioni. Alcuni circuiti infatti non sopportano i seguenti problemi: filtraggio insufficiente, variazioni della tensione della fonte di alimentazione al variare del carico e il rischio di danneggiamento per protezione difettosa.
Tutti questi problemi si possono risolvere grazie agli stabilizzatori di tensione, che possono essere progettati con componenti discreti (transistor, resistenze, diodi, ecc..) oppure con circuiti integrati.

I regolatori di tensione sotto forma di circuito integrato sono molto utilizzati perché con pochissimi componenti esterni si riesce ad ottenere una regolazione costante ed a basso costo della tensione di alimentazione.
I principali circuiti integrati come regolatori di tensione sono quelli della famiglia 78xx, essi erogano una corrente massima fino ad 1A e presentano tre terminali più il foro per il fissaggio ad un dissipatore di calore.



Tensione di uscita
Sigla del circuito integrato
Tensione del trasformatore
Potenza del trasformatore
5 V
L 7805
7 V
8 W
7,5 V
L 7875
10 V
12 W
9 V
L 7809
13 V
15 W
12 V
L 7812
15 V
20 W
15 V
L 7815
18 V
25 W
18 V
L 7818
24 V
30 W
24 V
L 7824
30 V
40 W

E' importante prevedere un buon sistema di dissipazione del calore per non danneggiare il circuito integrato.

Esempio di circuito di stabilizzazione della tensione

Lista componenti:
Parte
Dispositivo
Valore
C1
Condensatore ceramico
100 nF
C2
Condensatore ceramico
100 nF
C3
Condensatore elettrolitico
100 ɥF
IC1
Regolatore di tensione
7805

C1 e C2 sono condensatori a valore fisso, non possono essere sostituiti da altri con valore diverso e vanno posizionati il più vicino possibile ai pin del circuito integrato 7805.

C3 è un condensatore elettrolitico il cui valore è di 100 ɥF per ogni Ampere che il 7805 deve erogare, quindi se il 7805 eroga una corrente di 1A è necessario un condensatore da 100 ɥF


Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Arduino - Lampeggio Led (delay vs. millis)

Cosa sono delay() e millis()? Delay() è una funzione che mette in pausa il programma per un determinato tempo espresso in millisecondi, così facendo viene interrotta l'esecuzione del programma e se abbiamo un dispositivo in ingresso che durante il tempo di pausa cambia di stato il programma non se ne accorge fino a quando non ricomincia l'esecuzione dall'inizio. La struttura di delay è: delay(1000);   da inserire nel punto dello sketch in qui si vuole interrompere il programma in questo modo il programma viene messo in pausa per 1000 millisecondi = 1 secondo. Per saperne di più Millis() è una funzione che permette di sapere da quanto tempo è in funzione il microprocessore di Arduino UNO. In questo modo il programma non andrà mai in pausa ed è sempre in esecuzione, perché millis memorizza il tempo trascorso dall'avvio e poi per eseguire una determinata funzione si fa un controllo del tempo iniziale e il tempo trascorso. Per saperne di più Vediamo un esempi

Arduino - Utilizzo potenziometro e display LCD

Leggere il valore di un poteziometro (parte 1) Il potenziometro è un componente molto utilizzato in elettronica in quanto il suo uso permette di regolare una tensione variabile (in questo caso 0 - 5 Volt) in ingresso al microcontrollore. Il potenziometro va collegato secondo lo schema qui sotto al pin analogico A0 di Arduino.

Arduino - Lettura tensione potenziometro e display LCD

Leggere il valore di un poteziometro (parte 2) Oggi vedremo come leggere il valore in tensione di un potenziometro collegato al pin Analogico A0 di Arduino.